www.BodyTraining.it = Sport + Salute + Benessere!

 
BodyTraining: sport salute e benessere vi presentiamo BodyTraining.it , l'Azienda, la nostra Mission, i Servizi e le sezioni discussioni su sport salute e benessere video ed immagini di esercizi per bodybuilding e fitness database degli alimenti con i valori nutrizionali articoli su sport salute e benessere FAQ su sport salute e benessere scegli il tuo Personal Trainer!
  Registrati, E' GRATIS !
BodyTraining è...
homepage di BodyTraining.it=Sport+Salute+Benessere! Home

articoli sport salute benessere Archivio Articoli

argomenti articoli benessere sport salute Argomenti

foto progressi traguardi utenti body training BodyTraining Gallery

BTStudio BTStudio

Calcolatore Pasti Calcolatore Pasti

articoli sport esecuzione esercizi valori nutrizionali Cerca

Chi_Siamo Chi_Siamo

contatta staff body training Contattaci

valori nutrizionali alimenti proteine carboidrati grassi Database Alimenti

video corretta esecuzione esercizi squat rematore stacco palestra Database Esercizi

Downloads Downloads

allenamento addominali bicipiti pettorali alimentazione B.T.M.2 B.T.M.3 B.T.M.F scheda massa definizione FAQ

forum sport esercizi massa forza definizione diete integratori eventi gare bodybuilding video esercizi medicina sportiva psicologia sport ortopedia arti marziali recensioni libri Forum

body builders siti sport training medicina salute Links

messaggi privati body training Messaggi Privati

consiglia sito body training Passaparola

personal trainer domicilio benessere fit@home Personal Trainer

utente body training Profilo Utente

pagine portale sport salute benessere più visitate Sondaggi

articoli massa definizione integratori alimentazione anatomia fisiologia più letti meglio votati Top 10

Forum
  Mi consigliate ???
by kristian in
ultimo messaggio di kristian il 06 Nov, 2014 alle 02:17:10

visto: 9724 - risposte: 2


  paura di bruciare i muscoli
by Rocky in
ultimo messaggio di Emanuele il 18 Aug, 2014 alle 10:41:46

visto: 12239 - risposte: 5


  super set
by Rocky in
ultimo messaggio di Emanuele il 15 Aug, 2014 alle 12:39:53

visto: 9526 - risposte: 1


  allenamento
by Rocky in
ultimo messaggio di Emanuele il 15 Aug, 2014 alle 12:37:07

visto: 9582 - risposte: 1


  Episodi di fame notturna (di zuccheri)
by chandal in
ultimo messaggio di Emanuele il 04 Aug, 2014 alle 11:56:25

visto: 11504 - risposte: 3


  allenamento e incontinenza fecale
by ryu_6 in
ultimo messaggio di Emanuele il 07 Jul, 2014 alle 16:13:14

visto: 12351 - risposte: 9


  MI POTETE AIUTARE NELL'ALIMENTAZIONE :)
by ANDRY90 in
ultimo messaggio di Emanuele il 29 Jun, 2014 alle 20:38:13

visto: 64426 - risposte: 2


  Metodo negaste modificato
by ceso93 in
ultimo messaggio di Emanuele il 29 Jun, 2014 alle 20:36:29

visto: 7833 - risposte: 1


  MI PRESENTO
by ANDRY90 in
ultimo messaggio di Emanuele il 29 Jun, 2014 alle 20:28:32

visto: 7363 - risposte: 1


  L'anello debole..
by Jester in
ultimo messaggio di Emanuele il 13 Jun, 2014 alle 12:21:59

visto: 10212 - risposte: 5


 Tot. Topic: 2021
 Tot. Post: 40810
 Tot. Letture: 13780670
 Tot. Risposte: 38809
 Tot. Utenti: 165629
[ Forum ]   [ Cerca ]
Partners

Il sito che raccoglie i Posturologi di tutta Italia che professano con titoli riconosciuti e serietà questa branca della Medicina





Il nuovo sito di Touring Sport!

anatomia: Il ginocchio
Postato il Sabato, 01 ottobre 2005 alle 13:10:00 CEST di They
anatomia
Solo il funzionamento perfetto della giuntura situata tra coscia e gamba consente all' atleta di guadagnare prestazioni ambiziose.

 

Il ginocchio è l'area di passaggio tra la coscia  e la gamba, in cui si realizza l'articolazione tra i CONDILI FEMORALI, L'ESTREMITA' SUPERIORE DELLA TIBIA  e LA ROTULA, situata anteriormente.



Tale articolazione consente ampi movimenti di FLESSIONE ed ESTENSIONE della gamba, e una sua limitata ROTAZIONE; é completata dalla CAPSULA ARTICOLARE che la ricopre , da legamenti (ROTULEO, COLLATERALE FIBULARE, e TIBIALE, CROCIATI ANTERIORE e POSTERIORE, POPLITEI  ARCUATO e OBLIQUO ), dai due MENISCHI  MEDIALE e LATERALE, nonchè da numerose BORSE  MUCOSE e SINUVIALI.

La regione anteriore (o ROTULEA) appare rotondeggiante al centro per la rilevatezza della ROTULA, mentre ai lati, separati dalle depressioni corrispondenti alle FOSSETTE LATERALI E MEDIALI, si  evidenziano i rilievi dovuti ai CONDILI FEMORALI; la regione posteriore (o POPLITEA) risulta formata da una LOSANGA delimitata dai TENDINI d' inserzione  dei muscoli della coscia e della gamba; al centro della LOSANGA POPLITEA si trovano un fascio di nervi (TIBIALE e PERONEO COMUNE) e di vasi (ARTERIA e VENA POPLITEA), alcune infoghiandole e una formazione di tessuto adiposo.


Se il ruolo dei piedi é fuori discussione nella fase di appoggio del movimento , le ginocchia rappresentano la cerniera fra tibia e femore , e percio'  sono  un anello cruciale di quella  

" catena cinetica " che rende possibile correre o camminare , e che ha nei piedi il punto di aderenza al suolo . Nel movimento , la cooperazione tra le due diverse parti dell' arto inferiore è evidente . Il piede deve garantire stabilita' e funge da appoggio e sostegno al peso del corpo , mentre il ginocchio , passando di continuo dalla posizione estesa a quella flessa , é piu' coinvolto nella fase propulsiva , unitamente ai muscoli della gamba . A un esame frettoloso , il ginocchio potrebbe sembrare un' articolazione semplice . Piu' di quella della spalla o della caviglia . Ma non é cosi' : nonostante possieda solo il movimento di flessione-estensione ( ma molto ampio , poichè puo' consentire un estensione di 170° ), è una delle piu' complicate dell' uomo .Specie come realizza il movimento fra TIBIA e FEMORE. Gli studi di biomeccanica hanno infatti dimostrato che il gesto di flessione e di estensione non è semplicemente paragonabile alla rotazione intorno all' asse di un ideale perno , ma è qualcosa di molto piu' fine e delicato . Che risulta dalla combinazione di un complicato movimento di rotolamento e scivolamento del FEMORE sulla TIBIA .

 


FULCRO DEL MOVIMENTO

 

Nell' atleta il ginocchio rappresenta un' articolazione fondamentale . E' il fulcro del movimento e il segmento piu' sollecitato in quegli sport in cui il gesto agonistico , oltre al cammino , alla corsa e agli spostamenti piu' diversi ,prevede l' intervento ripetuto e ripetitivo dell' apparato estensore. Per esempio , ogni volta che è richiesta l' esecuzione di un salto . La pratica stessa di sport come pallacanestro e pallavolo oltre all' atletica del salto ( nelle diverse specialita' ) e di molti altri sport di squadra ( calcio , rugby , hockey ), sollecita a dismisura questa articolazione . Con i frequenti cambi di direzione , gli arresti , i movimenti di difesa , i salti ed il mantenimento della posizione tipica del cestista o del pallavolista ( ginocchio in semiflessione ), che procurano un notevole stress all' apparato estensore del ginocchio . Nella fase propulsiva del movimento , la giuntura della gamba è messa a repentaglio da spostamenti laterali , insidie di un terreno di gioco imperfetto , contrasti ,dovendo pur far fronte a molti sforzi , ragion per cui è assai spesso bersagliata da infortuni . Nello sport , difatti , il ginocchio è la regione anatomica piu' offesa dai traumi .Le lesioni  cui viene  esposta questa parte del corpo possono essere sia violente ( TRAUMI ACUTI ) , come accade negli sport di contatto , sia  DECESSO DI USURA  , a causa del sovraccarico funzionale cui il ginocchio è esposto specie nella corsa. Le lesioni sportive coinvolgono soprattutto legamenti, tendini e menischi, con la causa degli infortuni che è spesso complessa . Contrasti fra atleti , oppure il bloccaggio della scarpa del giocatore durante un cambio di direzione , come puo' avvenire su un campo di gioco fangoso o accidentato, generano sollecitazioni TORSIONALI concentrate in modo particolare sul ginocchio , e in tale condizione c'è  la possibilita' di lacerare i legamenti . Mentre forze di decelerazione o di rotazione sul ginocchio  sotto carico , come puo' accadere nella corsa , nel salto o nello sci , possono causare lesioni dei menischi oppure del legamento crociato anteriore.

 


I RISCHI

 

A dare retta alle statistiche , il 27% delle lesioni sportive bersaglia il ginocchio  ( poi tocca alla coppia CAVIGLIA-PIEDE con il 20% ) , e il 50% di queste riguardano i menischi . Gli sport che piu minacciano il ginocchio sono il calcio , lo sci , il basket , la pallavolo , il rugby . Tuttavia , gli enormi progressi registrati nella medicina  sportiva e nella fisioterapia dello sport consentono oggi , fortunatamente , la guarigione dalle lesioni piu' severe e un rapido ritorno alla piena attivita' sportiva , dopo un adeguato periodo di riabilitazione . Ecco comunque i piu' comuni infortuni al ginocchio , con le possibili soluzioni .

 


ROTTURA DEL MENISCO

 

Causata da traumi o usura , richiede un intervento in ARTROSCOPIA , ossia senza aprire il ginocchio , della durata di circa 30 minuti . Sotto anestesia generale , vengono praticati due o tre fori di accesso , attraverso i quali sono inseriti gli strumenti chirurgici , lunghi e sottili e la telecamera a fibre ottiche . Quando la lesione è modesta , vengono eliminati unicamente i frammenti rotti quelli che cioè interferiscono con la biomeccanica del movimento : tanto basta perchè il ginocchio recuperi la sua funzionalita' . Se invece il danno è maggiore e la lacerazione interessa la zona non vascolarizzata , c' è modo di riparare la rottura accostando i margini del menisco e mantenendoli aderenti fino a completa cicatrizzazione con MINICHIODI BIODEGRADABILI . In capo a due mesi , i chiodini , esaurita la loro funzione , vengono riassorbiti e scompaiono senza lasciare traccia . I tempi di recupero sono

nell' ordine dei cinque-sei mesi.

 


GINOCCHIO DEL SALTATORE ( TENDINITE ROTULEA )

 

E' riconoscibile per il dolore molto ben localizzato a livello del polo inferiore della rotula , che viene esacerbato da attivita' come la corsa o il salto . La cura prevede riposo , ghiaccio e antinfiammatori ( Fans ) fino alla scomparsa del dolore . Non è necessario immobilizzare il ginocchio : siccome questo infortunio a sempre una concausa nella forza inadeguata del quadricipite , occorre avviare quasi subito esercizi isometrici per potenziare il muscolo della coscia . Facile da guarire se trattata fin dai primi segnali , la TENDINITE ROTULEA diventa complicata da curare quando cronicizza.

 


ROTTURA DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE

 

Per riparare la lesione serve il bisturi . La tecnica piu' usata per la ricostruzione è un TRAPIANTO BIOLOGICO , usando tendini come il ROTULEO o il GRACILE SEMITENDINOSO . Non vengono piu' impiegati materiali sintetici perchè non hanno fornito risultati soddisfacenti a lunga scadenza . L' intervento dura un' ora , in anestesia generale , per via ARTROSCOPICA . Ha ormai raggiunto un ottimo grado di affidabilita' e 5-6 mesi sono il periodo di recupero medio ideale prima di ritornare a fare sport .

 


DISTORSIONI DEL GINOCCHIO ( DI PRIMO GRADO )

 

Sono la conseguenza di contrasti , salti o bruschi cambi di direzione . Provocano dolore , tumefazione locale in misura diversa e diffocolta' a muovere il ginocchio . Il dolore impedisce sempre l'estensione completa della gamba . Nelle forme lievi , occorre subito del ghiaccio frantumato , che va applicato per venti minuti , almeno una volta ogni quattro ore . Poi servono riposo e specifici farmaci antinfiammatori . Qualche volta sono utili le ginocchiere , mentre l' immobilizzazione completa con il gesso deve essere riservata solo ai casi circoscritti . Il recupero , infine , richiede una ginnastica riabilitativa capace di ripristinare prontamente il tono muscolare del quadricipite .

 

 

LESIONE DEI LEGAMENTI

 

Quello COLLATERALE MEDIALE è il piu' vulnerabile ed esposto a lesioni . Specie negli sport di contatto , quando durante un contrasto si applica una forza rotatoria del ginocchio , mentre la scarpetta rimane bloccata al suolo : condizione che produce un marcato sovraccarico dinamico sul legamento . Se il grado di cedimento è modesto e il ginocchio conserva la propria stabilita' malgrado la lesione , la terapia prevede ghiaccio e ultrasuoni .

Il recupero funzionale del ginocchio richiede 3-4 settimane. Nella fase di riabilitazione , è utile un programma di esercizi fisici attivi per rinforzare il quadricipite e il gruppo dei muscoli posteriori della coscia .

 


L' IMPORTANZA DEGLI ESAMI

 

Negli sportivi , un trauma su quattro coinvoilge il ginocchio . Di fronte a un guaio all' articolazione della gamba , prima di decidere un trattamento medico o fisioterapico , c' è bisogno di chiarire quali strutture ossee o delle parti molli sono state danneggiate . Questi gli esame chiave per impostare una diagnosi corretta :

-TAC ( TERMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA ) . E' tra i pochi esami ( l' altro è la RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE , RMN ) che permette di " fotografare " le parti molli del ginocchio , di cui procura immagini molto nitide . Fornisce una preziosa panoramica sullo stato sia dei LEGAMENTI CROCIATI sia dei MENISCHI . Raramente sbaglia , quando i menischi sono integri ; in caso contrario , ci si puo' invece aspettare fino a un 10% di errore. 

Ragion per cui , secondo la maggior parte degli specialisti , nelle lesioni meniscali l' esame è meno preciso dell' artroscopia .

-ARTROSCOPIA . E' il mezzo piu' accurato per scoprire le lesioni interne del ginocchio , perchè permette all' ortopedico di " guardare dentro l' articolazione " . L' importanza diagnostica di questo esame è relativa soprattutto alle lesioni del menisco , e spesso viene impiegato per confermare le immagini della TAC o della RMN , che come detto risultano non veritiere nel 10% dei casi . Se il dolore o lo spasmo muscolare precludono la possibilita' di effettuare un esame adeguato , c' è il modo di farlo in anestesia locale. Non solo fornisce immagini chiare e precise delle condizioni del ginocchio , ma permette ( qualora ve ne sia necessita' ) di riparare immediatamente la lesione ai legamenti o al menisco con interventi poco invasivi .

 


LE LESIONI E GLI SPORT

 

Si parla molto spesso di calcio e di conseguenza le lesioni che la pratica di questo sport comporta sul ginocchio e subito il pensiero corre ai menischi , ma purtroppo molte sono le lesioni che possono colpire il ginocchio ( infiammazione di tendini e legamenti ,stiramenti , lacerazioni o addirittura rotture ) nelle varie pratiche sportive :

 

AEROBICA i dolori alle ginocchia sono uno dei problemi piu' comuni . La ripetizione ossessiva di certi gesti atletici puo' provocare l' infiammazione dei tendini del sistema estensore del ginocchio ( tendinite rotulea ) .

 

ATLETICA LEGGERA  tra i saltatori in alto , è assai comune la tendinite rotulea (" ginocchio del saltatore ") cioè l' infiammazione dei tendini che consentono il movimento di estensione del ginocchio . Oltre che tra i saltatori in alto , questa tendinopatia si trova nei giocatori di basket e volley , e tra gli atleti che si dedicano al sollevamento pesi .

 

BASE-BALL gli atleti dello sport americano per eccellenza incappano con una certa frequenza nelle distorsioni del ginocchio , conseguenti alla scivolata in base del giocatore " on run " .

 

CALCIO in questo sport gli infortuni al ginocchio sono molto vari : lacerazioni dei legamenti ,distorsioni e lesioni meniscali , comprendenti le rotture e le disinserzioni , specialmente a carico del menisco interno . Tra i legamenti crociati , il piu' vulnerabile è quello anteriore .

La sua rottura puo' aversi in seguito a un salto oppure dopo movimenti " in pivot " , cioè torsionali , in cui si ha la rotazione esterna forzata del femore rispetto alla tibia , con il piede bloccato . La distorsione del ginocchio si verifica invece quando la gamba e il piede vengono fermati di colpo , mentre il corpo conserva la posizione di movimento ; ma puo' verificarsi anche calciando la palla a vuoto oppure mentre si sta eseguendo un ' acrobatica spaccata .

 

NUOTO i nuotatori a rana possono soffrire per uno stiramento cronico del legamento mediale , spesso a entrambi gli arti , dovuto alla spinta laterale dell' arto inferiore : caratteristica del nuoto a rana  che causa uno sforzo ripetuto in senso valgo ( verso              l' esterno ) .

 

PALLACANESTRO E PALLAVOLO i ripetuti salti durante il gioco rendono quasi epidemico il

" ginocchio del saltatore " . Per di piu' , possono verificarsi distorsioni del ginocchio , rotture del legamento crociato anteriore  e lesioni del menisco .

 

SCI quando , cadendo in pista , la gamba subisce una brusca rotazione esterna , puo' aversi una distorsione con lesione del legamento collaterale mediale . A rischio invece il crociato anteriore quando si lascia " scappare " verso l'esterno l' uno o l' altro degli sci , cosi' da obbligare il ginocchio ad assumere una innaturale posizione  a " L " . Infine , il menisco  puo' subire danni a causa di forze di decelerazione o rotazionali sul ginocchio sotto carico .

 

TENNIS possono verificarsi distorsioni del ginocchio per la rotazione della coscia verso        l' esterno ( o l' interno ) a piede fermo . La gravita' dell' infortunio dipende dal grado della rotazione , e le parti interessate sono , via via , il legamento collaterale , il menisco e il legamento crociato anteriore .

 

 

PREVENZIONE

 

Molto  puo' fare lo sportivo per evitare lesioni e incidenti. Ecco i " trucchi " piu' efficaci per rendere sicuro il gesto atletico nelle diverse discipline :

IL GINOCCHIO DEL NUOTATORE A RANA  ( stiramento cronico del legamento mediale ) puo' essere prevenuto modificando la tecnica di esecuzione dei movimenti , che consiste nell' eseguire una spinta laterale della gamba molto piu' stretta del normale . In alcuni sport come ad esempio il basket o il volley , un certo grado di protezione puo' essere fornito dalle ginocchiere preventive . Queste sono concepite per prevenire o ridurre gli effetti di un trauma esterno sulle strutture del ginocchio , alle quali forniscono un sostegno adeguato ed efficace . Poichè il  "ginocchio del saltatore " è spesso associato , se non propio causato , da una forza inadeguata del quadricipite , questa forma di tendinite puo' essere prevenuta con esercizi isometrici del muscolo della coscia ( contrazione del muscolo senza eseguire i movimenti articolari ) . La durata delle contrazioni dovrebbe essere da 6 a 10 secondi e la frequenza ottimale puo' variare da 3 a 5 volte al giorno . Anche scarpe adeguate possono fare la loro parte . Infatti , negli infortuni al ginocchio provocati da attivita' sportive , la stabilita' del piede per terra è un elemento cruciale nell' origine della lesione . Ne deriva che il pericolo di cadere vittima di guai piu' o meno seri viene ridotto grazie all' utilizzo di calzature pluririnforzate, con suola modellata .

 


GLI ESERCIZI

 

Dopo una lesione al ginocchio, la fretta è sempre una cattiva consigliera, perchè i rischi e le conseguenze di una ricaduta sono sempre molto elevati quando non si da' all' articolazione tempo e modo di guadagnare una guarigione completa . La ripresa precoce dell' attivita' sportiva , nel migliore dei casi , causerebbe solo prestazioni scarse e inconcludenti . Al contrario , il ritorno sui campi di gioco e sulle piste deve avvenire solo dopo aver portato a termine l' intero programma di riabilitazione , specie se l' atleta pratica uno sport che sforza molto le ginocchia , come il basket , il tennis oppure lo sci da discesa .

Il programma di riabilitazione di base è valido per tutti i tipi di lesione al ginocchio e ha lo scopo di ripristinare il movimento dell' articolazione e di recuperare il tono dei muscoli flessori  ( BICIPITE FEMORALE ) ed estensori ( QUADRICIPITE ) della gamba ; essenziali per la stabilita articolare.


Tutti i diritti sono riservati all’autore dell’articolo.
La riproduzione dell’articolo intero o parziale è vietata previa autorizzazione scritta dell’autore.
Personal&Wellness trainer e preparatore atletico
Emanuele Pizzi

Copyright © www.Bodytraining.it 
Tutti i diritti sono riservati - All rights reserved

Ti è piaciuto questo Articolo? Condividilo con i tuoi Amici:
Facebook Live MySpace Technorati Twitter
 
Login
Nickname

Password

Codice di Sicurezza: Codice di Sicurezza
Digita il codice di sicurezza

Non hai ancora il tuo account BodyTraining.it?

Registrati, E' GRATIS !

Scopri i vantaggi di essere un utente BodyTraining.it registrato!
Links Correlati
 God
 Inoltre anatomia
 News by They


Articolo più letto relativo a anatomia:
Come rinforzare la cuffia dei rotatori

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Argomenti Correlati

anatomiafisiologia

Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2002 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license
Versione italiana a cura di Weblord.it.
Generazione pagina: 2.07 Secondi